Vacuum Oven

I forni sottovuoto rappresentano un sistema estremamente efficace per rimuovere l'umidità in eccesso da una sostanza grazie agli effetti combinati di temperatura elevata e pressione ridotta. Quando la pressione intorno alla sostanza si riduce, si verifica un aumento dell'evaporazione a temperature più basse. Se l'essiccazione viene effettuata a temperature più elevate, l'abbassamento della pressione consentirà un'evaporazione più rapida.

Il forno sottovuoto controlla la temperatura desiderata, mentre la pompa per vuoto riduce la pressione all'interno della camera del forno. Tra le applicazioni più comuni per i forni sottovuoto si annoverano i processi di essiccazione e di polimerizzazione (curing) in settori come quello farmaceutico, tessile, industria cartaria, della ceramica e della gomma. Inoltre i forni sottovuoto sono parte integrante di un importante processo per la rimozione dei solventi dalle estrazioni botaniche.  

 

 

Principali fattori da considerare per la scelta della pompa ottimale:  

 

  • funzionamento senza olio con eccellente compatibilità chimica
  • volume della camera del forno  
  • vuoto finale desiderato  
  • opzioni di controllo del vuoto
  • capacità di trattare vapori umidi 

 

Nota: le pompe “self-drying” KNF (PowerDry® in Nord America) sono raccomandate per applicazioni ad alta umidità che richiedono una rapida evacuazione di grandi quantità di vapore, garantendo prestazioni costanti per lunghi periodi di funzionamento. 

 

 

Le pompe KNF possono aiutarvi con la vostra applicazione specifica. Contattateci per discuterne con uno dei nostri tecnici esperti.  

Prodotti e applicazioni per laboratorio